CORROSIONE: PREVENZIONE E PROTEZIONE (CORSI ON-LINE)

Principi fondamentali della corrosione e introduzione ai sistemi di protezione anticorrosiva

Descrizione – Si trattano alcuni elementi fondamentali di teoria della corrosione e si passano in rassegna le caratteristiche dei principali agenti corrosivi e le prestazioni dei più importanti materiali metallici di interesse industriale. Si delineano gli aspetti tipici della corrosione atmosferica. Attraverso un quadro sinottico si presentano tutti i principali sistemi di protezione. Corso introduttivo propedeutico agli altri Moduli formativi.

Verniciatura Industriale

Corso introduttivo. Si inquadra la verniciatura nell’insieme dei sistemi di anticorrosione e, in particolare, dei rivestimenti protettivi. Si approfondisce il tema fondamentale della preparazione superficiale. Vengono descritte tipologie e proprietà dei prodotti vernicianti e le principali tecniche di applicazione. Ci si sofferma sulle prove da eseguire per il controllo della qualità nelle varie fasi del processo produttivo.

Tecniche di preparazione e pulizia delle superfici

Il cedimento prematuro dei rivestimenti è spesso causato da un’inadeguata preparazione superficiale e, in particolare, da una carente pulizia. Il Corso si propone di sottolineare l’importanza di questa fase, descrivendo sia le tecniche convenzionali (ad eccezione della granigliatura pre-verniciatura), sia altri procedimenti, come la burattatura, la passivazione e l’elettropolishing, che hanno anche altre finalità.

Trattamenti di conversione superficiale, Rivestimenti elettrolitici ed electroless

Il corso descrive i trattamenti di conversione superficiale, molto comuni e di grande importanza industriale sia come sistemi di preparazione di metalli e leghe a successive operazioni come la verniciatura, sia come processi capaci di modificare le superfici, di cui migliorano le proprietà fisico-chimiche, meccaniche ed estetiche. La deposizione di strati inorganici metallici con processi elettrolitici è una pratica consolidata nel tempo anche oggi molto diffusa, con cui si ottengono rivestimenti che non hanno solo capacità protettiva, ma anche altre proprietà di notevole interesse industriale. Il Corso ne descrive tre dei più importanti (zincatura, cromatura e nichelatura), assieme al principale processo “electroless” (ovvero che non fa uso corrente elettrica) che fin dalla sua comparsa ha trovato moltissime applicazioni per la grande versatilità: il nichel-fosforo.

Zincatura a Caldo

Questo Corso tratta nel dettaglio un processo, la zincatura a caldo, o “Hot Dip Galvanizing”, estremamente diffuso per la protezione contro la corrosione atmosferica di innumerevoli manufatti e strutture. Oltre alla descrizione del processo, ai criteri di valutazione qualitativa e alle prestazioni, il Corso tratta le difettologie, talora oggetto di discussione, i trattamenti addizionali (cromatura e verniciatura) e alcuni aspetti economici. Argomenti principali: Rivestimenti anticorrosivi a base di zinco – Zincatura a caldo: processo, ispezione e controllo – Zincatura a caldo: caratteristiche e prestazioni – Difetti, riparazione e manutenzione – Trattamenti addizionali – Aspetti economici.

Prove di corrosione in atmosfere artificiali per la valutazione di rivestimenti protettivi

Dopo i necessari richiami su principi e generalità e una rassegna su caratteristiche e proprietà dei rivestimenti protettivi, il corso tratta approfonditamente il tema delle cosiddette prove di corrosione “accelerate”, con riferimento particolare alla ben nota “nebbia salina”, mettendone in risalto potenzialità e limiti. Il corso è finalizzato ad acquisire maggiore familiarità con i rivestimenti protettivi e con le metodologie di prova per la loro valutazione.

Rivestimenti decorativi

Ai rivestimenti della maggior parte dei manufatti industriali di uso comune (dalle auto agli elettrodomestici) viene attribuita anche -(e talora soprattutto) una funzione estetica. Il Corso, oltre a definire le principali proprietà dei rivestimenti decorativi (colore ed altri effetti visivi che determinano l’apparenza), descrive alcune delle tecniche più frequentemente impiegate, che producono strati sia inorganici metallici (ad es., il classico nichel-cromo), che organici (ad es., la cataforesi). Viene anche trattata una tecnica, la serigrafia, largamente diffusa per il completamento del “messaggio” estetico affidato ai rivestimenti decorativi.

Rivestimenti delle materie plastiche: aspetti funzionali e decorativi

Applicare rivestimenti su manufatti in plastica è una pratica comune ed ha finalità funzionali ed estetiche. Il Corso si sofferma sugli accorgimenti operativi da osservare, data la natura del substrato, per realizzare sia verniciature (con “case histories” di problematiche risolte), che rivestimenti inorganici metallici (con la descrizione di alcune metodologie innovative).

Per informazioni sui costi e qualsiasi ulteriore informazione vi invitiamo a contattarci al numero 0429.781280 oppure scriverci all’indirizzo formazione@unigroup.it .